venerdì 5 aprile 2013

Oggi Gesù a un anima::"Invitati non entrano nè vogliono lasciare entrare gli altri"! Oggi è il sabato Santo per la Chiesa di Dio Cattolica Apostolica Romana!


Il Dovere della coscienza mi spinge a scrivere contro la mia volontà... ma quando siamo in periodi storici come quello in cui ci troviamo, in uno già da noi constatato e invocato "stato di necessità" generale per la Santa Chiesa di Dio Cattolica Apostolica Romana... Il Signore ci ripete:"a chi più è dato più sarà richiesto" a mio discapito dunque accennerò ad alcuni eventi straordinari, di cui sono stato reso partecipe per missione e Grazia di Dio constatando con i miei occhi, con le mie orecchie, con lo studio minuzioso e l'intelligenza che il Signore ci ha dato quanto accennerò e ripeto accennerò soltanto qui in basso....

Alcuni di quelli che leggeranno intenderanno, altri meno... chi è già a conoscenza dei fatti per conoscenza diretta non si stupirà più di tanto, altri potranno restare scandalizzati...

Il Demonio, serpente antico, da sempre cerca di distruggere le opere Sante di Dio e se gli fosse possibile, cerca di sterminare la verità anche in quei buoni che fedelmente servono l'Altissimo Iddio e la Vergine Benedettissima! In questo periodo però egli non cessa di fortificare la sua Chiesa e di Purificarla attirando a sè Anime-Ostie, Anime-Vittime le quali soffrono volontariamente per Amore suo dolori indicibili... fisici, psichici, morali, spirituali, diabolici... i quali per permissione Volontaria di Lui essi più o meno pazientemente sopportano in questa maniera essi "completano nella loro carne ciò che manca alla Passione di Gesù Cristo" essi peccatori come altri si, ma per grazia chiamati cercano rispondere a questa doloroso mistico invito alle "nozze del dolore per l'Amore" così non di rado si trovano queste anime prostrate in dolori atroci ai quali nessuno può dare sollievo... inutile dire che i medici non vi trovano rimedio anzi... inutile dire che basta una parola del confessore per dare rimedio invece... essi nello stato di prostrazione totale cercano conforto:"cercavo consolatori ma non ne trovai, amici ma trovai solo nemici" e per adempiere i passi della Scrittura spesso si può constatare sulla pelle di queste persone: "Sono un morto e non un vivente" essi chiedono come il Cristo in quei momenti: "Passi da me questo Calice tuttavia non la mia volontà.." li si vede soffrire sulla loro Croce Mistica fino al punto di esclamare: "Padre perdona... Elì Elì lemmà sabactani... Tutto è compiuto" si sentono abbandonati a volte anche dal Signore  e questa è la più grande pena... non vorrebbero offenderlo eppure per Divini disegni essi cadono in pensieri ed azioni molesti i quali dopo aver appesantito l'anima, per il dolore che provano ne ricava il Signore un atto di perfetta contrizione-adorazione-riparazione-impetrazione per essi e per il mondo e li si aprono i torrenti della grazia su di loro e sul  mondo...

Oggi e Sempre per Amore alla Unica Verità che è Cristo Gesù Signore Nostro... in ispirito di totale sottomissione alla Sua Santa Volontà, invocando l'intercessione della SS.ma Vergine Immacolata Madre nostra Maria che ci sprona, invocando l'Intercessione di S. Giuseppe, di S. Michele, di Padre Candido, di Anneliese nostri particolari avvocati e di tutta la Coorte Celeste riguardevoli al fatto che saremo citati al Giudizio Superno, Soli Deo honor et Gloria!

J.M.+J.C.

In Nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti. Amen.

I fatti presenti sono constati da me personalmente e da altre persone religiosi o secolari distinti per provata scienza prudenza e integrità di vita, la persona citata è persona di provata fede, per motivi di riservatezza non citerò i nomi, nè i luoghi, la strutturerò a mò di intervista(anche se non c'è mai stata una intervista) riportando le parole autentiche venute fuori in circostanze particolari, per facilitarmi il compito dello scrivere e facilitare ai lettori la lettura.

Premetto che la presente persona soffre di una forma acutissima di possessione diabolica unite alla vessazione e alla ossessione, caso molto particolare, per me oggetto di studio. La stessa è soggetta a sofferenze e gioie mistiche. A Tutto ciò bisogna aggiungere la precarietà della vita e della salute e continui attacchi da parte del mondo.

Scuserete il mio modo insolito di scrivere ma non so come cominciare dunque, cercate di comprendere.

- E' tanto tempo che soffri?
- da tutta la vita!
-Che genere di sofferenza?
- La maggiore sofferenza è l'agonia dell'anima!
-In cosa consiste?
-Per me è una prostrazione continua, un continuo voler salire al Cielo e un continuo dover restare con queste catene?
-Le catene intendi il corpo?
-Anche! ma intendo sopratutto il peccato, certo mi piacerebbe morire subito, ma vorrei prima santificarmi.
-e con tutto questo dolore non ti stai santificando?
-ah no! forse il Signore mi santifica ma non lo so... questa è solo riparazione per i miei delitti.
-Hai offeso il Signore?
- Tante volte, con il peccato!
-Questo ti fà soffrire?
-quando me ne rendo conto, si tanto, vorrei morire all'istante per mettere fine alla sofferenza che causo al Signore pur temendo di andare all'inferno.
-Ma come all'Inferno se i demòni a volte ti riducono in questo stato?
-si è vero, a volte prendono possesso totale di me, altre volte mi lasciano libera l'intelligenza ma non la volontà perchè possa vedere ciò che fanno con il mio corpo... questa è una sofferenza terribile, vede è come se una donna che ama solo suo marito e preferirebbe morire  piuttosto che tradirlo venisse violentata sotto gli occhi dell'amato senza poter fare nulla per impedirlo; è uno strazio continuo... a volte poi mi dicono che mi porteranno sempre con loro all'inferno e scatenano tutta la loro rabbia su di me, ultimamente mi hanno battuto per 5 ore di seguito senza che nessuno potesse fermarli...
- e allora se la odiano così tanto perchè ha paura di andare all'inferno?
- Perchè il Signore è misericordioso ma anche giusto, e non permette che nulla di impuro entri nel regno della purezza, e poi l'anima impura da sola non entra nel regno beato... quindi spero nella Misericordia!
- pensa di avere l'anima impura?
- tra tutte le creature solo la Vergine benedetta fù sempre pura, altri santi lo furono dopo grande purificazione.
-quindi questa per lei è la purificazione per la santità?
- pensa lei forse che si lavano solo i principi? o anche i servi che vogliono essere mondi? io cerco di sfruttare le occasioni che il Signore ci dà per purificarmi, ma di certo la purificazione ci avvicina a Dio.
-questa purificazione è solo per lei o anche per altro?
-soffro tanto, riparo i miei peccati e quelli degli altri come posso!
-Offre la sua vita quindi?
- e come non potrei? Il Signore me lo chiede e io come potrei rifiutare un così grande regalo?
-Per cosa il Signore chiede di offrire penitenze e sacrifici?
-Per la salvezza delle anime!
-Solo per quello?a lei ha mai chiesto anche altro in particolare?
-Si soffre per il mondo, per  riparare e per salvare. In particolare io devo offrire le mie sofferenze per la Chiesa e per coloro che sono legati da Satana...
-Come per la Chiesa? Non è il Signore che la sostiene?
-si ma se uno si taglia un dito, fà male tutto il corpo, e se l'altra mano non versa del balsamo sulla ferita dopo aver rimosso la parte cattiva quella si infetterà, così è il corpo Mistico che è la Chiesa, a buon intenditor poche parole..
-come fà a rispondere con così esatezza e velocità? E' vero che a volte è il Signore che gli suggerisce?
- E' vero.
- e non potrebbe essere il demonio invece?
-oh no... il demonio non si comporta così, fà le pentole ma non i coperchi... poi quando è Il Signore che parla, per mezzo del Padre Confessore ci diamo dei segnali che sia di certa provenienza.
-Vuole bene al Confessore?
-Certo è la voce del Signore per la mia anima!
-vuole bene alla Chiesa?
- che domande?! lei vuole bene a sua madre? ovvio!
-e ai pastori?
- io offro e soffro per loro, anche se spesso mi fanno soffrire tanto e mi rendono triste, mi fanno entrare in agonia e allora bisogna anche rimproverare altrimenti il Signore ci sgrida.
-Soffre solo per la Chiesa l'agonia?
- No anche per amici, per i giovani, a volte quando parlo con qualcuno, o passo in certi posti, mi parlano di persone, l'Angelo mi fa capire che ci sono cose che non vanno e io non posso farci nulla.. allora l'anima mia si unisce a Gesù nel Gethsemani e agonizzo per loro...
- quindi è preghiera l'agonia?
-certo! Attendere che l'amato ritorni non è forse amore?
-La Chiesa, per cosa soffre in particolare il Signore nella Chiesa?
- Per le mancanze dei suoi pastori, per le eresie, per la falsa dottrina, per lo sfascio delle cose sacre, per il poco rispetto che clero e popolo hanno nello stare in chiesa o addirittura nel celebrare o ricevere i Sacramenti specialmente la S. Messa!
-e questo da cosa dipende?
-Che oggi nella Chiesa ci sono dei lupi che sono vestiti da agnelli... ma non vinceranno, però ci faranno soffrire molto... Saremo perseguitati, e tutti coloro che vorranno difendere la Chiesa vera con la Vera Fede e la vera dottrina, si schiereranno contro questi modernisti che la hanno invasa e lotteranno come nelle catacombe! Perchè questi falsi buoni, questi falsi umili, sono lupi rapaci i quali non solo loro sono accecati da Satana ma lo servono volontariamente e vogliono che altri lo fanno e stiamo vedendo ormai in questo ultimo mese tante cose che il Signore ci fà comprendere. Proprio oggi mi ha ripetuto:"Invitati non entrano nè vogliono lasciare entrare gli altri"!

continua....

In Nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti. Amen!
 
Viva il Santo Padre Benedetto XVI Vicario di Cristo in terra!
In Nomine Jesu

Nessun commento:

Posta un commento